Da domani online Crocville.it: un mondo di mele per i più piccini

crocImparare a  seguire le regole base di una corretta alimentazione è importante per tutti ma in modo particolare per i più giovani.

Per questo motivo Mela Val Venosta ha deciso di seguire i più piccoli educando e divertendo allo stesso tempo. Con la linea Crocville la mela venostana si rivolge anche ai consumatori più giovani, il target group è infatti composto da bambini fra 3 e 8 anni: il pack, pensato appositamente per i bimbi, è composto da 6 mele Gala Val Venosta racchiuse all’interno di un colorato e allegro vassoio raffigurante i personaggi del mondo Crocville, il divertente mondo delle mele.

In ogni confezione si trovano due adesivi raffiguranti i personaggi di Crocville: la collection si compone di 20 simpatici protagonisti… tutti da collezionare.

La varietà Gala, la prima ad essere raccolta, è stata scelta proprio per il suo calibro medio-piccolo, ideale per essere maneggiata dai più piccoli, al sapore dolce e alla consistenza croccante, molto apprezzate dai bambini.

Crocville è una linea di Mela Val Venosta presente su scala nazionale che vede coinvolti vari punti vendita con materiali per l’allestimento e attività di presentazione e degustazione dedicate ai consumatori finali.

Il divertimento però non si esaurisce al punto vendita: a integrazione della linea è stato creato Crocville.it

Il sito internet, interattivo e ricco di colori vivaci e brillanti, è pensato per grandi e piccoli. Oltre alla sezione giochi, divertenti ed educativi per i bambini, c’è il Crocblog, uno spazio ricco di consigli e suggerimenti pensati per aiutare le mamme a scoprire trucchi e segreti per sfruttare al meglio tutte le proprietà delle fantastiche mele venostane.

Il mondo di Crocville in tv e sul web

Il mondo di Crocville sarà presente anche in Tv con long-video 60”, billboard da 15” e cartoop da 10” che racconteranno il fantastico e divertente mondo delle mele.

A partire da novembre, gli spot andranno in onda sui canali tv Italia 1, La5, Mediaset Extra, Premium Pay e i canali bambini Boing e Cartoonito, e sul web, su siti dedicati alle donne e mamme.

(Fonte: Echo Ufficio Stampa VI.P Val Venosta)

Golden Bio Val Venosta: una ricarica tutta naturale

bioPer mantenersi sani e in forma è fondamentale svolgere un’attività fisica moderata ma regolare. Fare un po’ di movimento tre volte la settimana, per almeno mezz’ora, costituisce un ottimo metodo per mantenere in forma non soltanto il proprio corpo, ma anche la propria mente. Praticare sport infatti allevia la tensione accumulata durante il giorno e, dopo lo sforzo, procura una piacevole sensazione di rilassatezza che ha effetti positivi sull’umore, sulla vita sociale e sul riposo notturno.

Golden Bio Val Venosta, fresca e leggera, rappresenta lo snack ideale prima di un impegno fisico, perché sazia senza appesantire, dando al corpo umano tutta l’energia di cui ha bisogno. Una mela contiene infatti più di 30 sali minerali, tracce di oligoelementi e un alto contenuto di vitamina C, tutti elementi che la rendono un alleato perfetto per un corpo scattante e in salute.

Bella, buona e saporita, la Golden Bio è la varietà nella quale si esprimono al meglio tutta la naturalità e il rispetto per l’ambiente delle mele della Val Venosta. Il marchio BIO Val Venosta contraddistingue la produzione biologica realizzata dai soci VI.P (Associazione delle Cooperative Ortofrutticole della Val Venosta) che utilizzano nei proprio meleti solo tecniche di coltivazione naturali, come la concimazione organica e le rotazioni colturali, evitando tassativamente l’uso di sostanze chimiche di sintesi. Le Golden Bio sono quindi mele sane e prive di residui chimici, particolarmente ricche di macro e micronutrienti.

Facilmente riconoscibile grazie alla caratteristica “guancia rossa” delle mele di alta montagna, che spicca tra il giallo ambrato della buccia, Golden Bio Val Venosta possiede una polpa succosa e croccante e rappresenta l’alimento ideale per chi è attento alla salute e vuole integrare questo frutto all’interno di un’alimentazione sana e genuina, senza però rinunciare al piacere del gusto.

Dal sapore dolce e aromatico, Golden Bio ha inoltre un perfetto equilibrio tra zuccheri e acidità: un alto contenuto zuccherino contrapposto ad un relativamente alto contenuto acido.

Il prossimo appuntamento con le mele Val Venosta presso la Scuola di Cucina Congusto è previsto martedì 14 maggio alle h 19 per il corso “Cucina dal mondo con le mele”.

(Fonte: Echo Communication Ufficio Stampa Mela Val Venosta)

 

Una ricetta vegetariana davvero irresistibile: schiacciata di sfoglia con crema di melanzane, cipolla rossa e mele royal gala

  INTERVISTA CON LO CHEF FABIO CASTIGLIONI 

Quando e dove nasce lo chef Fabio Castiglioni?
Sono nato in una cittadina del Varesotto, nel 1970. 

Da cosa nasce la sua passione per la cucina?
Nessuna ragione scaturiente in particolare. Solo una passione innata per il mondo del food, che mi è sempre parso il settore ideale per dare libero sfogo alla mia fantasia e alla mia voglia di sperimentazione. 

Come compie i suoi primi passi nel mondo della ristorazione e dell’alta cucina?
Dopo il diploma all’Istituto Alberghiero Carlo Porta, ho avuto la fortuna di fare le mie prime esperienze come cuoco tra i fornelli dei migliori ristoranti della provincia di Varese e di Milano. Nella metropoli meneghina ho collaborato con diverse realtà del settore, dove ho avuto l’onore di lavorare con grandi chef della cucina italiana, ma soprattutto con Claudio Sadler.

Il suo maestro?
Il mio maestro ma soprattutto il mio ispiratore. Con Claudio ci siamo ritrovati a distanza di anni e insieme abbiamo collaborato alla realizzazione del nuovo menù del ristorante La galleria dell’aereoporto Malpensa: un progetto importante che mi ha dato grandi soddisfazioni. 

Quale consiglio darebbe a un giovane cuoco alle prime armi?
Certamente, a chiunque lavori in questo campo, consiglierei di aggiornarsi costantemente sulle tendenze ed evoluzioni del mondo del food e mantenersi professionalmente dinamico. Per un giovane chef credo inoltre sia oggi indispensabile viaggiare: conoscere paesi stranieri e loro tradizioni culinarie aiuta non solo ad aprire la mente e allargare le proprie vedute, ma è anche un’indubbia fonte di ispirazione. Assorbire le influenze di ogni cultura e farle proprie rielaborandole: è questo il consiglio che mi sento di dare. 

Come definirebbe la sua cucina?
Un connubio perfetto tra tradizione e innovazione, un accostamento ricercato di creatività e classicità. Amo rivisitare ricette antiche, a volte dimenticate, e prodigarmi in contaminazioni culinarie e culturali, la cui realizzazione implica spesso ricerche meticolose e complesse. La mia cucina è piuttosto rigorosa, una cucina pensata, ragionata. 

Il suo piatto preferito?
Il risotto, un must italiano. 

Una ricetta che consiglia agli amici vegetariani?
Schiacciata di sfoglia con crema di melanzane, cipolla rossa e mele royal gala, nata da una splendida collaborazione tra la scuola di cucina Congusto e Mele Val Venosta 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:  

400g pasta sfoglia stesa rettangolare
3 melanzane
Semi di sesamo
1 cipolla rossa
1 mela royal gala
Germogli di crescione
Foglie di menta
Sale
Pepe
1/2 uovo
olio extravergine di oliva
aceto balsamico
zucchero
miele 

PROCEDIMENTO:

  1. Preparare la riduzione di aceto balsamico facendolo bollire con il miele e lo zucchero fino a consistenza desiderata.
  2. Tagliare a fette le melanzane ed infornarle a 180 gradi per 20 minuti circa .
  3. Stendere la pasta sfoglia, bucarla e ricavarne dei rettangoli. Spennellare con il rosso dell’uovo e spolverare con il sesamo. Cuocere a 200 gradi per 12 minuti, comprimendo la pasta con un peso per non farla gonfiare.
  4. Pulire le melanzane e farle raffreddare. Montare con olio extra vergine, sale, foglie di menta e pepe in un mixer.
  5. Sbucciare le cipolle, lavarle in acqua fredda corrente, sbollentarle in acqua e sale e raffreddarle in acqua e ghiaccio.
  6. Condire bene le cipolle.
  7. Sistemare sul piatto la cialda di pasta, stendere la purea di melanzane, le foglie di cipolla e germogli. Affettare la mela sottile cruda. Condire con sale, pepe, olio extra e foglie di menta. Guarnire con la riduzione di aceto balsamico

 

 

Un mela tira l’altra ?

Continuano i corsi di cucina omaggio con mele Val Venostawww.vip.coop/it. Per tutte le informazioni sui corsi di cucina si può contattare anche Congusto attraverso il sito web www.congusto.it o telefonando allo 02.63.47.19.82

Una mela tira l’altra? Pare proprio di sì, perché proseguirà anche nei prossimi mesi la gustosa iniziativa firmata VI.P, il Consorzio delle mele Val Venosta in collaborazione con la Scuola di cucina e fisiologia del gusto Congusto. La scuola di cucina milanese organizza nella sua sede (via Enrico Tazzioli, 11) altri tre corsi di cucina della durata di 3 ore completamente gratuiti per i partecipanti: occasioni uniche per assaporare tutto il gusto e la versatilità delle mele venostane! Non solo dolci, ma anche primi piatti e secondi, antipasti e contorni: attraverso la preziosa collaborazione con gli chef Congusto, la mela della Val Venosta fa conoscere le peculiarità delle sue tante varietà in un viaggio prelibato che parte dalle ricette più semplici e immediate fino a quelle più ricercate e sfiziose.Ciascuno dei corsi ha come protagonista Golden Delicious, Stark, Gala e Pinova, le varietà di mela Val Venosta più diffuse, per mettere in risalto le specificità di ciascuna di esse ed imparare a valorizzarne il gusto e la stagionalità. Per aggiornarsi sulle date, sul contenuto e sull’orario degli altri appuntamenti, ma anche per prendere spunto dalle prelibate ricette presentate durante i corsi, basta consultare il sito web delle mele Val Venosta,