In cucina la birra è donna con Warsteiner, Congusto e alfemminile.com

birraaaaaaLa birra Warsteiner rivendica tutta la sua femminilità e si affida agli chef della scuola di cucina Congusto  per diventare protagonista delle video ricette di  Al Femminile.com, il più grande portale dedicato al pubblico in rosa. Il brand tedesco, tra i  leader del mercato della birra, diventa così sempre più multimediale con la presenza su uno dei siti preferiti dalle donne italiane, con l’obiettivo di promuovere la sua bionda non solo come bevanda ma anche come ingrediente ideale nell’alta gastronomia.

Si inizia in bellezza con le prime due video ricette, girate nella rinomata scuola di cucina milanese Congusto: l’ “Arrosto di manzo in salsa di birra” firmato dallo chef  Roberto Maurizio e  il “Crumble alle mandorle, caramello salato e cioccolato bianco” ideato dallo chef  Domenico della Salandra. I video saranno on line su Al femminile.com da oggi per poi continuare a girare sul portale fino a fine anno.

La partnership tra Warsteiner e Congusto, ormai consolidata,  è costituita da una serie di corsi di cucina che hanno come protagonisti grandi chef e  le birre fiore all’occhiello dell’azienda – Warsteiner Premium Verum, König Ludwig Dunkel e König Ludwig Weissbier. Grazie alla collaborazione con Al femminle.com, le ricette con la birra diventano virtuali: preparare piatti gustosi e originali e dare vita a degustazioni inedite sarà possibile con un click per un pubblico affezionato che vanta  oltre 4.910.000 di utenti unici.

(A cura di redazione.cucina@congustomagazine.com e Warsteiner Italia)

Tante novità in pentola da Congusto!

logo fbAd affiancare gli chef d’eccezione che compongono il parterre di docenti Congusto due speciali new entries: lo chef del ristorante “Taglio” di Milano Domenico della Salandra e il relatore, famoso critico enogastronomico ed esperto di analisi sensoriale, Davide Oltolini. Due nuove figure che contribuiscono, insieme allo chef e coordinatore didattico Roberto Maurizio e agli chef Massimo Moroni, Viviana Varese ed Andrea Bevilacqua, ad arricchire il corpo docenti della Scuola di Cucina nei corsi professionali, uno su tutti “Futuri Chef”, rendendoli ancora più completi ed articolati.

Gli aspiranti chef e pasticceri avranno la possibilità di acquisire il bagaglio teorico e pratico che possa consentire loro un inserimento diretto nel mondo della ristorazione e della pasticceria, attraverso i nostri corsi professionali “Futuri Chef”, patrocinato da APCI (Associazione Professionale Cuochi Italiani), e “Futuri Pasticceri”.

Qualità della didattica: ecco il denominatore comune dei corsi di cucina Congusto della nuova stagione settembre 2014 – gennaio 2015 appena iniziata. La Scuola è pronta a soddisfare le richieste dei palati più esigenti. L’offerta formativa si arricchisce sia di corsi, per appassionati e per futuri professionisti, sia di docenti ed esperti del settore.

Congusto continua a perseguire l’obiettivo di promuovere e diffondere la cultura della buona tavola, cercando di migliorare e perfezionare il ventaglio di corsi offerti al pubblico e concentrandosi sempre di più sul perfezionamento della didattica. Per fare ciò, è sempre più attenta a promuovere e divulgare la propria mission attraverso i social networks. Congusto è infatti attiva, tra gli altri, su Facebook (fan page Congusto), Twitter (@ClubCongusto, #cucinacongusto), Instagram (ClubCongusto). Potrete trovare tante rubriche (#ricettadelgiorno), news e consigli degli chef… Seguiteci!

food lovers e coloro che coltivano da tempo il desiderio di cimentarsi ai fornelli per passione si troveranno nel posto giusto. Congusto, sempre attenta alle tendenze del gusto, del design e del ricevere, ha una proposta adatta ad ogni esigenza. La Scuola ha creato un ampio calendario di corsi tematici e di percorsi che soddisferanno le molteplici richieste: dei veri e propri laboratori del gusto.

In vista di #Expo2015 è stato creato anche un percorso di lezioni sui temi della sostenibilità e della nutrizione: Ecofriendly in cucina, La cucina milanese con gli occhi di Giò Ponti (un nostro must, dedicato al capoluogo meneghino), Cucinare bio e vegetariano e Menù bio e 

Tra novità e tradizione, fatevi conquistare dalle nostre esclusive proposte.

(A cura di redazione.cucina@congustomagazine.it)

Al via la 5° edizione del corso per “Futuri Chef”!

chefAl via il prossimo lunedì 15 settembre la 5° edizione di “Futuri Chef”, il corso professionale pensato per chi desidera intraprendere una carriera nel mondo della ristorazione, nato dall’esperienza dei più grandi esperti di enogastronomia e patrocinato da A.P.C.I., l’Associazione Professionale Cuochi Italiani.

In un mestiere come quello di chef non ci si improvvisa: diventare Cuoco Professionista esige un percorso di formazione complesso ed articolato ad hoc, che solo “Futuri Chef” offre.

Il settore della ristorazione non conosce crisi ed è in continua espansione. Quella di Congusto è un’offerta formativa professionalizzante ed immediatamente spendibile nel mondo del lavoro.

“Futuri Chef” è un corso completo, concepito per formare aspiranti chef con competenze che spaziano dalla conoscenza e scelta delle materie prime, alle basi della Cucina Classica Italiana, all’apprendimento di tecniche di base, all’utilizzo di strumentazioni, il tutto completato dall’acquisizione di nozioni di nutrizionismo e di etica professionale. E’ rivolto a tutti coloro che vogliono intraprendere la professione di chef, senza esperienza o con una breve esperienza nel settore ristorativo. L’accesso al corso è consentito ad un numero massimo di 12 partecipanti per garantire il pieno coinvolgimento di tutti gli allievi nelle fasi operative delle lezioni.

Tra i docenti del corso troviamo i nomi di Massimo Moroni, Roberto Maurizio, Viviana Varese, Domenico della SalandraAndrea Bevilacqua, Davide oltolini, oltre a noti professionisti della cucina e della cultura culinaria.

Il corso è strutturato in 12 settimane per un totale di 20 lezioni, oltre ad uno stage di 1-2 mese/i (facoltativo) svolto presso importanti ristoranti/strutture convenzionati con la Scuola. L’attivazione dello stage sarà possibile previa verifica dei requisiti richiesti a norma di legge. Al termine del programma formativo è previsto un esame finale presso la sede di Congusto, a cui accedono solo gli allievi che hanno frequentato almeno il 80% delle lezioni previste. Superato l’esame, sarà rilasciato un attestato di frequenza con il patrocinio di APCI. La frequenza è bisettimanale, lunedì e martedì,  dalle ore 9.30 – 13.00 e dalle ore 13.30 – 16.30.

Per la realizzazione di questo corso Gourmet Institute si avvale della collaborazione di importanti sponsor, quali THL Careers e Chef di Cucina Magazine, attraverso la presenza sui loro portali e la promozione e divulgazione mediante strumenti mirati al riposizionamento nel mondo del lavoro.

Sono già iniziate le selezioni per la prossima edizione di gennaio 2015! Gli interessati possono inviare il loro CV all’indirizzo: professionale@gourmetinstitute.it

(A cura di redazione.cucina@congustomagazine.it)

I libri “golosi” che non possono mancare in valigia

collage libri cornicePronti per partire? L’estate è arrivata, si inizia il conto alla rovescia per le vacanze. Sia che partiate verso spiagge lontane e passiate le giornate sdraiati al sole, sia che preferiate le fresche valli montane, o restiate in città, è comunque il momento migliore dell’anno per immergersi nella lettura.

Ma… Avete già scelto quelli da mettere in valigia? Congusto ha selezionato alcuni volumi “golosi”, che meriterebbero di essere letti, guardati o anche solo sfogliati! Per tutti i food lovers che divorano… libri!

Se avete in mente dei buoni propositi per migliorare il vostro stile di vita quotidiano, allora “Schiscetta perfetta” di Alessandro Vannicelli, De Agostini Editore, fa per voi. Il food blogger di “Schisciando” ha fatto del pranzo portato da casa uno stile di vita e ha racchiuso in un libro più di 100 ricette facili e veloci per chi non solo vuole risparmiare, ma soprattutto desidera consumare dei piatti sani ed equilibrati, scegliendo gli ingredienti e abbinando i sapori.

Per chi d’estate non può rinunciare alla freschezza di gelati, ghiaccioli e sorbetti consigliamo “Frozen Pops” di Doro Van Zandt, Giunti Editore: gelati & co fatti in casa, belli da vedere, buoni da mangiare e sani. Tante ricette originali con frutta, spezie, cocktail e creme… ce n’è per tutti i gusti!

Volete diventare più zen durante le vacanze? Allora dovete assolutamente leggere “La cucina del monaco buddhista” di Aoe Kakuho, Vallardi Editore. Non solo ricette sane e disintossicanti, ma un vero e proprio percorso gastronomico alla scoperta del piacere del cibo e della sua preparazione, un’esperienza nuova nella relazione con noi stessi e con il mondo.

L’hamburger è diventato ormai un piatto gourmet. Se siete degli appassionati di questo street food, due sono i libri che non dovete farvi scappare: “HamBurger” di Alberto Citterio, Gribaudo editore, e “Hamburger Gourmet” di Blend Hamburger Gourmet, L’Ippocampo Edizioni. Scoprirete i segreti per creare l’hamburger perfetto con gli abbinamenti più sorprendenti e di alta cucina.

Se il vostro motto è “pancia soddisfatta e sorriso sulle labbra”, allora il libro che fa per voi è “La mia cucina easy” di Lorraine Pascale, Guido Tommasi Editore, dove troverete tante ricette sfiziose e facili da preparare, per ottenere risultati di grande effetto, senza stress.

Fatevi conquistare dalle deliziose frittelle, dolci e salate, contenute nel libro “Frittelle & co.” di Chiara Pallotti, Guido Tommasi Editore, tante ricette classiche e creative per creare questi golosi peccati di gola e… mettere tutti d’accordo!

..Buona estate e buona lettura da Congusto!

(A cura di redazione.cucina@congustomagazine.it)

 

 

 

 

 

 

Congusto in trasferta di cuore e gusto!

tortello con corniceLo scorso fine settimana il team di Congusto è stato in trasferta nel “paese d’o sole”: Napoli. Un viaggio di cuore e gusto tra le meraviglie partenopee, occasione per visitare luoghi meravigliosi, assaggiare leccornie della cucina locale e fare incontri importanti.

La prima tappa di questo breve viaggio ci porta, infatti, a visitare Gragnano, patria della pasta di semola di grano duro e di uno dei più antichi e storici pastifici italiani, nonché partner della Scuola da innumerevoli anni, Lucio Garofalo.

Sullo sfondo del Vesuvio, in via dei Pastai, si erge l’imponente stabilimento che da più di duecento anni realizza un prodotto di elevatissima qualità, con amore e continua ricerca di qualità e gusto. Veniamo accolti calorosamente dal responsabile commerciale, nonché amico della Scuola, Emidio Mansi, che ci conduce personalmente alla scoperta dei vari passaggi che portano alla realizzazione della famosa pasta. Per “toccare con mano” come nasce un prodotto che troviamo quotidianamente sulle nostre tavole e nei nostri corsi di cucina. Anche questa volta, rimaniamo stupiti di come una realtà industriale così grande e tecnologicamente avanzata, continui a mantenere uno spirito artigianale e un amore per il proprio prodotto, che ricorda le imprese di altri tempi.

La trasferta continua nel capoluogo campano, culminando con una vera e propria esperienza gastronomica in un posto d’eccezione. Abbiamo infatti ricevuto un invito speciale al ristorante “Cantina San Teodoro” dello Chef siciliano Mimmo Alba, che ha trovato da 4 mesi a Napoli la sua nuova casa.

All’interno della meravigliosa cornice di Palazzo Caracciolo di San Teodoro, un edificio monumentale ubicato sulla Riviera  di Chiaia, troviamo questo ristorante gourmet, cuore ed essenza del suo chef, Mimmo Alba, con i suoi piatti unici, vere e proprie emozioni di gusto, con materie prime di stagione e sapori legati al  ricordo.

La sua cucina viene così definita “rigorosamente leggera, elaborata senza sale, attenta all’ottimizzazione degli scarti, dominio della tecnica, studio degli ingredienti, estrema pignoleria nella cura dei dettagli e della shelf life della materia prima e, infine, un bagaglio di esperienze e ricordi tutti mediterranei da esprimere” (Monica Piscitelli per Luciano Pignataro Wineblog) e noi possiamo confermare ogni parola.

All’interno del percorso di degustazione abbiamo potuto gustare, tra i vari piatti:

– la sua speciale “Caponata”;

– il “Pomodoro non pomodoro su ricotta salata, con crostino di pane e olio extra vergine”, un pomodoro che sembra tale, ma non lo è, infatti viene ricostruito del tutto: frullato e riaddensato con l’uso dell’alga Agar Agar;

– la “Girella di ricotta, un azzardo in cucina”;

– il “Baccalà in pastella su letto di yogurt e marmellata di peperoncino”.

Ogni portata è splendida alla vista e corredata accanto dalla sua ricetta. Un menù di carattere e di grande effetto, dal quale traspare l’incondizionato amore dello Chef per la cucina, che si sviluppa armoniosamente dall’antipasto al dolce.

Ecco la ricetta del Baccalà in pastella su letto di yogurt e marmellata di peperoncino, che ci ha regalato lo Chef Alba.

Ingredienti

Yogourt  greco 100 g

Zucchero di canna 100 g

Peperoncini piccanti rossi 30

Liquirizia in polvere 10 g

Farina di riso 100 g

Birra q.b.

Olio evo  100 ml

Albumi 2

Baccalà 200 g

Olio di semi di arachidi 500 ml

Procedimento

Per la marmellata

Tagliare a rondelle i peperoncini e posizionarli dentro un pentolino, aggiungere lo zucchero e 40 ml di acqua, portare a bollore e aspettare girando i peperoncini continuamente fino alla completa caramellizzazione , appena pronta la marmellata metterla da parte.

Per la pastella

Prendere una ciotola e inserire la farina di riso, l’ olio evo, gli albumi e la birra, girare il composto fino a renderlo fluido.

Esecuzione

Prendere un piatto fondo ampio, mettere nel fondo lo yogurt, sopra lo yogurt la marmellata di peperoncini.

Pastellare il baccalà e friggerlo in olio di arachidi alla temperatura di 170 gradi, appena dorato poggiarlo su carta assorbente , inserire il baccalà sulla marmellata e in fine spolverare con la liquirizia.

Nota

La birra per la pastella deve essere ghiacciata.

Torniamo da questa trasferta che ci ha arricchito il palato e riempito il cuore con tanti progetti, idee ed entusiasmo! Continuate a seguirci… vi stupiremo!

(A cura di redazione.cucina@congustomagazine.it)

Una ricetta chic by Congusto con purple chips!

purple chips corniceBasta poco per trasformare un ortaggio semplice e “povero” come la patata viola in un raffinato ingrediente per un piatto speciale. Oggi vi proponiamo una ricetta molto chic, perfetta per la stagione estiva: un caviale di melanzane, salmone e chips di patate viola.

Caviale di melanzane, salmone e chips di patata viola

(ricetta dello chef Andrea Bevilacqua)

Ingredienti per 4 persone

400 g salmone

600 g melanzane

1 n. spicchio d’aglio

½ n. limone il succo

Paprika q.b.

3 g menta fresca

50 g olio evo

Sale q.b.

4 n. patate viola

1 l olio per friggere

Procedimento

Lavare e asciugare le melanzane, quindi disporle su una teglia da forno senza bucarle, così da non far fuoriuscire troppo liquido; cuocerle in forno ventilato preriscaldato a 180° per almeno un’ora. Trascorso questo tempo, togliere le melanzane dal forno, aprirle a metà e prelevare la polpa, aiutandosi con un cucchiaio.

Strizzare la polpa delle melanzane molto bene in un colino (oppure utilizzare un telo di cotone o di lino) disporre la polpa nel frullatore, aggiungere l’aglio schiacciato con l’apposito strumento o anche tritato a coltello, e ridurre tutto in purea.

Aggiungere quindi l’olio e regolare di sale, trasferire ora la purea così ottenuta in una terrina e aggiungere anche il succo di mezzo limone, la paprika e amalgamare il tutto delicatamente, tritare la menta a coltello e poi aggiungerla alla crema ottenuta. In ultimo, a piacere, aggiungere ancora un filo di olio extravergine a crudo.

Pulire il salmone e togliere tutte le connettività, raschiandole con il coltello, quindi tritarlo ottenendo una tartare, condirla con un filo di olio extravergine e dei cristalli di sale.

Lavare accuratamente le patate e con l’aiuto di una mandolina tagliarle a fette, riservare a bagno in acqua fredda.

Friggere le patate dopo averle scolate ed asciugate molto bene nell’olio ben caldo, quando risultano croccanti, scolarle e farle asciugare su di un foglio di carta assorbente da fritto.

Assemblare il piatto con l’aiuto di un ring di media grandezza, disporre delle chips di patata come base, quindi sopra il caviale di melanzana, ancora delle chips di patata e la tartare di salmone, terminare con delle chips di patata a cappello, un filo di olio evo a crudo e un giro di pepe bianco al mulinello.

…buon appetito!

(A cura di redazione.cucina@congustomagazine.it)

Promo speciali da Congusto durante la Milano Food Week.. e non solo!

food-weekLa Scuola di Cucina Congusto anche quest’anno è tra i protagonisti della Milano Food Week, l’evento meneghino che, come ogni anno, animerà la città di cooking show, aperitivi, convegni, corsi di cucina e degustazioni.

L’appuntamento con il gusto per le vie della città iniziato venerdì 16 maggio, porterà fino al 24 food entertainment rivolti ad appassionati di cucina, foodblogger ed esperti del settore. Una manifestazione  dedicata al cibo, all’alimentazione ed alla sua educazione, sempre più al centro dell’attenzione in vista di Expo 2015.

Durante la Milano Food Week la scuola Congusto riserva per i Milano Food Lovers delle speciali promozioni! Gli iscritti all’evento possono infatti usufruire di uno sconto speciale pari al 30% del costo del corso di cucina per i corsi “Cucina giapponese: non solo sushi”, “Dolci: i grandi classici” e “Gusto divino”.

Ma i vantaggi non sono finiti qui! Congusto riserva a tutti i Milano Food Lovers anche uno sconto pari alla quota associativa della scuola, 25 euro, fino alla prossima edizione dell’evento nel 2015!

Di seguito in dettaglio le promozioni per i Milano Food Lovers.

–          Durante la Milano Food Week:

CUCINA GIAPPONESE: NON SOLO SUSHI – 16/05 h 19, costo al pubblico: 80 €, costo finale ai Milano Food Lovers: 56 €.

DOLCI: I GRANDI CLASSICI – 19/05 h 19, costo al pubblico: 80 €, costo finale ai Milano Food Lovers: 56 €.

GUSTO DIVINO – 23/05  h 19, costo al pubblico: 80 €, costo finale ai Milano Food Lovers: 56 €.

–          Fino al 30/04/2015:

Quota d’iscrizione annuale alla scuola di 25 euro gratuita.

(A cura di redazione.cucina@congustomagazine.it)