MEGLIO UN UOVO OGGI…

 Le uova, una mia passione fin da bambino! Ecco alcuni indirizzi utili:

I MIGLIORI PRODUTTORI BIOLOGICI: 

-Claudio Olivero, Via Rigrasso 71, frazione Monasterolo, Savigliano (Cn) Tel. 0172 37 35 56 

La Cascina di mezzo di Roberto Pirola, Via Martin Luther King Liscate (Mi) Tel. 39.02.95350372 

Azienda Agricola Bargero di Martino Bargero e Costanza Poggi, Via Moneta 54 , Carbonate (Co) Tel 0331 833213 

Azienda Agricola San Bartolomeo, Via Salvini 31 B, Roma Tel. 06 80 78 251 

Azienda Agricola Casolari, Via casolari 76, Rignano sull’Arno (Fi), Tel. 055 83 05241

LE OSTERIE DOVE MANGIARE LE MIGLIORI SPECIALITA’ A BASE DI UOVA: 

-La Grangia, Via Trento ang. via Piazzetta 2, Settala (MI) Tel. 02 95 37 51 35: uova in camicia con salsa verde, frittelle di zucchine. 

Dentella: via Dentella 25, Bracca (Bg) Tel. 0345 97 105: uova in tegamino con tartufi della Val Brembana. 

U Locale: Via Dusmet 14, Buccheri (Sr) Tel. 0931 87 39 23 : piscirovu, omelette al pecorino a forma di pesce 

La Tana degli Orsi, Via Roma 1, Pratovecchio (Ar) Tel.0575 58 33 77: versione aretina dell’acquacotta 

Da Armando al Pantheon, salita De Crescenzi 31, Roma Tel. 06 68 80 30 34: stracciatella, uova con la Provatura. 

Costa 20 centesimi, è buono e nutriente e lo si può gustare in mille varianti facili da preparare anche per chi ha poca dimestichezza coi fornelli: all’ostrica o alla coque, bazzotto o all’occhio di bue, sodo o in camicia, strapazzato o in cocotte, l’uovo non delude mai, ma soprattutto è l’ingrediente indispensabile dei più comuni prodotti alimentari consumati quotidianamente: dalla pasta, ai prodotti da forno, dalle salse alle creme. 

Le uova sono un’ottima fonte proteica, oltre ad essere ricche di vitamine e sali minerali e di grassi per la maggior parte monoinsaturi e polinsaturi e dunque benefici per la salute. Oltre tutto queste deposizioni delle amiche galline hanno un indice di sazietà assai elevato e grazie al loro basso apporto di calorie ( circa 80 calorie per ogni uovo di media grandezza) sono particolarmente indicate nei regimi ipocalorici!

Stupiscono dunque i tanti luoghi comuni erronei a discapito di un alimento così prezioso: la convinzione che si tratti di un prodotto assai poco digeribile, per esempio, è del tutto infondata, considerando che il tempo di digestione di un uovo alla coque è di un’ora e mezza di contro a alle tre ore impiegate per una pasta in bianco e alle quattro ore per della carne arrosto. Altro preconcetto riguarda la presunta nocività per il fegato: a patto che non si soffra di calcolosi biliare, si può stare tranquilli, infatti l’uovo contiene notevoli dosi di colina e metionina due aminoacidi che proteggono il fegato.

 CURIOSITA’

 -Come riconoscere se un uovo è fresco? Il metodo della nonna, quello cioè di scuotere l’uovo e verificare che non si senta alcun rumore, è sempre valido. Altrimenti, disponendo di un bicchiere di acqua salata, la prova del nove della freschezza del prodotto sta nel suo adagiarsi orizzontalmente sul fondo!

– Le uova non vanno mai lavate con acqua, il che comporterebbe il rimuoversi della cuticola esterna e di conseguenza esporrebbe l’uovo al passaggio di microbi. Al più è concesso utilizzare uno spazzolino o un panno asciutto!

Quante uova può deporre all’anno una gallina? Le galline comuni di campagna depongono dalle 80-100 uova all’anno a seconda dell’ambiente più o meno favorevole. Dato l’elevato fabbisogno , la produzione tramite allevamento razionale e selezione delle razze, ha permesso di raggiungere, per mezzo di galline ovaiole, la soglia delle 200/300 uova all’anno.

Annunci

SOS uova, latte …e poi?

In questi giorni forti allarmismi mi hanno portato ad analizzare alcuni aspetti delle materie prime più presenti nella nostra alimentazione, questo primo appuntamento è dedicato all’uovo, varietà, suggerimenti, storia, e…

Uovo, grande trasformista.

Estate appena finita ed eccoci con i soliti problemini: l’abbronzatura, la dieta…ovviamente scherzo, anche se una scoperta l’ho fatta, le uova sono un ottimo ingrediente per la dieta oltre che per aiutare la memoria.

L’uovo, essenziale perfezione, simbolo della vita concentrata, cellula di varie dimensioni, sferico o ellissoidale, è un “jolly” gastronomico senza immaginazione” (Montalbán).

Tuttavia, il fatto di essere così comune e facilmente reperibile non giova alla sua considerazione, rendendolo in apparenza l’alimento per eccellenza che meno si presta a variazioni gastronomiche di rilievo. “Uovo” sempre collegato a coloro che non hanno familiarità con i fornelli, in espressioni come “non sa farsi nemmeno un uovo al tegamino”, o inteso come sinonimo di monotonia e semplicità.

In realtà, le uova, oltre ad essere un alimento nutriente e gradito dal palato di molti, hanno un sapore tra i più raffinati e coloro che le utilizzano in cucina sanno bene come “trasformarle” in un numero infinito di variazioni e creazioni per ottenere risultati sempre nuovi e strabilianti. Non più uova strapazzate o semplicemente bollite, bensì come capolavoro di sostanza e di versatilità.

Sia di gallina che di piccione, ma anche d’oca o d’anatra, con i suoi equilibri perfetti si prestano ad un numero infinito di preparazioni, piatti e non solo.

Basti pensare ad esempio a crêpes e omelettes, la cui ricchezza di sapore è ben nota a tutti, o a creme,torte e tartellette, sia dolci sia salate, il cui gusto allieta i pranzi delle feste. Varia è la collocazione delle uova nei menù, dall’antipasto al primo piatto, dal piatto forte al contorno, dal dolce alle bibite, né v’è limitazione di stagione.

Il suo trasformismo non finisce qui…Uova di storione, di gallina e di quaglia reinterpretati su ispirazione geometrica, diventando sfere, cubi o semisfere, a volte impreziositi con foglie di oro zecchino che si mostrano attraverso la trasparenza dell’agar-agar.

Ma questo capolavoro di versatilità può essere anche sfruttato come originale contenitore individuale: i gusci si schiudono per accogliere verdure, pâté de foie gras, deliziosi dessert al cucchiaio e preparazioni che vedono come protagonisti l’albume e il tuorlo precedentemente “ospitati” e trasformati.

Uovo dunque, goloso sì ma anche ottimo per la nostra dieta!